{{#image}}
{{/image}}
{{text}} {{subtext}}

Blog

A cosa serve fare un tirocinio?

 

Melania Giuliani è una giovane laureata in Formazione e Sviluppo delle Risorse Umane presso l’ateneo di Verona con una tesi riguardo il Disability Management e l'integrazione lavorativa della fasce deboli.
Da sempre fortemente motivata a sviluppare conoscenze e competenze nell'ambito delle Risorse Umane, Melania ha conseguito una laurea triennale in Scienze Cognitive a Trento.

Ha poi deciso di proseguire i suoi studi in questo ramo, sia per interesse personale, sia per voglia di sviluppare competenze nell’area dell’organizzazione, in particolar modo dello sviluppo delle persone all’interno di un’organizzazione e della loro formazione, promuovendone la motivazione, la partecipazione, la responsabilità e il benessere.

1. Perchè hai scelto di intraprendere un’attività di tirocinio?
In passato ho scelto di intraprendere un percorso di tirocinio curriculare presso il Cosp, perché ero e sono tuttora motivata a mettere in pratica le competenze acquisite tramite il percorso di studi effettuato. Inoltre l’obiettivo era quello di promuovere al meglio la mia ipotetica futura figura professionale, cercando di essere sempre a disposizione per imparare cose nuove da aggiungere al mio bagaglio culturale.

2. Come sei venuta a conoscenza dell’Azienda presso la quale hai svolto lo stage? Hai scelto tu Cosp Verona?
COSP - Comitato Provinciale per l'Orientamento Scolastico e Professionale- mi sembrava la realtà ideale dove mettere in pratica tutti gli obiettivi prefissati, una realtà che mi ha da sempre incuriosita e dove avrei potuto conoscere “con i miei occhi” il mondo dell’orientamento. Dopo un’accurata ricerca degli enti presenti sul territorio veronese, avevo deciso di mandare un semplice cv vitae. Di fatto questa operazione andò a buon fine e sicuramente è stato un percorso stimolante, ricco di obiettivi personali raggiunti e dove ho avuto la fortuna di conoscere persone estremamente competenti, professionali e soprattutto umane.

3. Di cosa ti sei occupata durante il tirocinio? Le attività che hai svolto erano coerenti con quelle delineate dal tuo progetto formativo?
Durante questo iter ho osservato attività e strumenti d’aula e di gruppo, partecipando in modo attivo ad attività formative e di orientamento. Inoltre grazie ad aiuti preziosi e precisi ho effettuato analisi e ricerche quali-quantitative. Le attività che sicuramente mi hanno lasciato tanto, non solo dal punto di vista lavorativo, ma soprattutto umano, sono state tutte quelle riguardanti la partecipazione, non solo “passiva”, ma anche attiva a tutte le attività di orientamento ai giovani delle scuole superiori, come ad esempio i vari master di orientamento, e tutte le attività del progetto Itinera. Tutto questo era perfettamente in linea con quanto stipulato con il progetto formativo.

4. Il tirocinio si è rivelato utile a fini lavorativi? Ora cosa stai facendo?
Questa esperienza di tirocinio è stata assolutamente utile per la mia formazione, ho acquisito diverse competenze, soprattutto rafforzato le cosiddette “abilità trasversali”. Diverse figure che tuttora lavorano al Cosp sono dei veri modelli di riferimento da seguire. E’ stata la mia prima esperienza nel mondo “dell’orientamento”, ho avuto la possibilità di ascoltare le emozioni e i sentimenti, dubbi, perplessità, incertezze, ma anche sogni di ragazzi e ragazze riguardo il loro futuro. Questo tirocinio mi ha dato la possibilità di conoscere un mondo che tutti noi abbiamo sotto i nostri occhi, ma che in pochi riescono a “toccare con mano” davvero. Inoltre ho potuto apprendere quali sono le competenze di chi lavora all’interno del Cosp. Alcune di queste competenze, penso di essere stata in grado di apprenderle, sicuramente non alla perfezione ma penso di poterle migliorare in futuro. Al momento alcune di queste abilità le sto concretamente mettendo in pratica nello stage che sto svolgendo in Calzedonia (uffici HR), esperienza che mi sta dando tantissimi stimoli e voglia di migliorarmi. Credo sia importante nella vita non sentirsi mai arrivati, ma sempre all'inizio di nuove esperienze da vivere con entusiasmo, flessibilità e desiderio di imparare sempre.

5. Consiglieresti a uno studente/neolaureato questa esperienza?
Sì perchè penso sia una porta d'ingresso fondamentale per il mondo del lavoro. E' un'opportunità essenziale e da cogliere, in cui puoi davvero capire il tuo orientamento lavorativo e sviluppare più competenze, soprattutto quelle trasversali.

GET IN TOUCH

CONTATTI

Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo.
Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo.
045 597108

DOVE SIAMO

Via Zeviani 8
37131 Verona

ORARI

Lun - Ven 9 - 14

RICEVI IL MAGAZINE

Privacy e Termini di Utilizzo