{{#image}}
{{/image}}
{{text}} {{subtext}}

Blog

Sapersi vendere: la Chiave per essere Assunti in Azienda

 

In un mercato del lavoro competitivo e in continuo cambiamento è fondamentale mettersi “in vetrina”, perché è lì che le imprese vanno a scegliere i loro collaboratori.  Solo quando si comprende questo concetto si può fare il passo successivo e parlare di posizionamento ovvero: Che tipo di prodotto vorrei essere? Chi potrebbe acquistarmi? Sono spendibile come profilo o devo investire in formazione? C’è qualcosa in più che potrei fare per essere ancora più d’appeal?

L’economia globale ha portato tutti i brand più conosciuti, da Apple a Google, da Coca Cola a Disney, ad essere classificati in termini di valore monetario oltre che di employer branding, per capirlo basta consultare i risultati delle Top Global Brands che ogni anno vengono pubblicati su Forbes. Così anche la nostra persona come marchio è diventata moneta. Per questo motivo bisogna investire sul personal branding, ovvero sulla capacità di promuovere se stessi come oggetto commerciale.
Ma, come presentarsi all’azienda?
Sicuramente la prima mossa è quella di essere on line nel modo più professionale possibile, la seconda è quella di verificare di non avere “criminal records” o immagini imbarazzanti tramite Google image. Spesso chi si occupa di selezionare una persona, ed è indeciso su chi scegliere, cerca maggiori informazioni sul web. Una fedina penale pulita è il primo passo per non far finire il nostro cv nel cestino.
Parlando di presenza on line i canali dove non si può mancare quando si cerca lavoro sono Linkedin, il social network professionale per eccellenza, e tutti i siti dove è possibile registrare il proprio curriculum, come ad esempio Indeed, Infojobs e Monster. Soffermandomi su Linkedin sottolineo l’importanza di avere una foto professionale che rispecchi quello che siete davvero, un headline che contenga le parole chiave del vostro ruolo, una biografia, che vi descriva come persona e non solo come lavoratore, ed esperienze lavorative dettagliate, meglio se organizzate in modo chiaro e veloce da leggere. Non dimentichiamo inoltre di inserire le nostre competenze in modo che amici, colleghi, clienti e fornitori possano confermarle e di conseguenza accreditarci nel network. In questa logica più collegamenti si hanno, più si ha la possibilità di raggiungere altri professionisti che ci interessano.
Quali sono le competenze più ricercate dal mercato?
Sicuramente, oltre a quelle tecniche specifiche per ciascuna posizione, le imprese italiane richiedono una buona conoscenza della lingua inglese in quanto il mercato locale è l’Europa e non più solo l’Italia e l’export una strada dalla quale non si può prescindere, una mentalità multiculturale, la capacità di lavorare in gruppo e la propensione per il digital. A seconda del ruolo che si andrà a ricoprire serviranno poi soft skill come resistenza allo stress, leadership, flessibilità e capacità di ascolto.
Ricordatevi che, come dice Dorie Clark, “Il personal brand è ciò che dicono le persone quando uscite dalla stanza”.

 

federica berettadi Federica Beretta
Digital Marketing Manager, In Job SpA

GET IN TOUCH

CONTATTI

Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo.
Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo.
045 597108

DOVE SIAMO

Via Zeviani 8
37131 Verona

ORARI

Lun - Ven 9 - 14

RICEVI IL MAGAZINE

Privacy e Termini di Utilizzo